Comprare la seconda casa in Spagna.

Un mercato immobiliare in recupero che potrebbe presto virare verso la stabilità della ripresa. Timidamente, già da circa un anno e mezzo, nel real estate spagnolo qualcosa si sta muovendo e gli esperti iniziano a parlare di consolidamento del mercato (i prezzi non scendono più) e di una previsione di crescita a “velocità di crociera” per gli anni a venire.

Nelle grandi città si torna a declinare il verbo “subir” (aumentare): sono lievemente in aumento i prezzi e il numero delle transazioni.

Secondo il rapporto semestrale pubblicato a febbraio dall’Istituto bancario Bankinter, il recupero del segmento residenziale è ormai consolidato, sulla scia di quello commerciale già in crescita dalla fine del 2014 grazie all’arrivo dei grandi investitori internazionali.

Nel 2016 la richiesta di abitazioni (e la previsione delle vendite) salirà a 420mila unità (tra nuove e usate), 53mila in più rispetto al 2015. Nel 2007 erano 853.658 le transazioni di residenze (passate a 364.601 nel 2014). Il prezzo medio degli appartamenti dovrebbe salire di almeno un ulteriore 3% (fino a un 5% nelle grandi città e nelle zone turistiche più gettonate dai compratori, anche stranieri). Un moderato aumento dei prezzi dovrebbe continuare anche nel corso del 2017.

In un contesto come quello attuale, questo aumento è giustificato dal lieve miglioramento del mercato del lavoro spagnolo, dalla caduta dei costi del finanziamento e dal ritorno del mattone nella categoria degli investimenti sicuri.

«La tendenza alla caduta dei prezzi in Spagna è finita – conferma Jesus Amador, analista per il settore immobiliare di Bankinter -. Dopo i 3-5 anni nei quali abbiamo avuto una caduta reale media del 30-35% (soprattutto per gli immobili costruiti negli anni d’oro), i prezzi stanno tornando timidamente a crescere». A dare l’avvio della ripresa il segmento non residenziale. «Alla fine del 2014 e inizio del 2015 sono tornati a un livello alto gli investimenti nel settore immobiliare commerciale (soprattutto per quanto riguarda i grandi mall e gli uffici). Come di norma, il settore residenziale segue, seppur con moderazione». Secondo il rapporto della “banca arancione”, il mattone in Spagna offre un tasso medio di redditività lorda pari al 4%, a fronte di una mancanza (o quasi) di alternative nel mercato. Questo può tradursi in un 3-3,5% netto, fermo restando che il ciclo d’investimento deve essere a medio o lungo termine (come minimo cinque anni), al fine di poter ammortizzare le spese dell’acquisto e le tasse conseguenti (che in Spagna viaggiano attorno al 12,5%).

La vendita di immobili agli stranieri gioca molto in questo ambito. Dal 2012 si è verificata un aumento della domanda di stranieri non residenti (soprattutto, tedeschi, britannici, francesi, russi, italiani) che, oggi, ha raggiunto il massimo storico.

Nella statistica delle top 15 nazionalità che comprano casa in Spagna, redatta dall’Ordine dei “Registratori” di proprietà, gli italiani si trovano al settimo posto. In testa i britannici, al secondo posto i francesi, al terzo i russi, seguiti dai tedeschi e dai belgi. Gli svedesi si aggiudicano la sesta posizione.

Terreno di caccia dei nostri connazionali sono le zone più appetibili da un punto di vista turistico, come gli arcipelaghi (Canarie e Baleari), la Catalogna (soprattutto Barcellona, dove la comunità italiana è, tra quelle straniere, la più numerosa) e Madrid.

«A Madrid le zone più belle dei quartieri di Salamanca, Chamberi, Centro, Retiro e Chamartín, sono le più interessanti se si punta a un investimento» spiega Paloma Pérez Bravo, direttrice generale del settore vendite di Engel&Völkers a Madrid.

Nella capitale, i prodotti iniziano a scarseggiare e i prezzi hanno iniziato a salire, oscillando intorno ai 3mila euro metri quadrati con punte fino a 10mila euro. Gli appartamenti più interessanti, sempre secondo l’agenzia, sono quelli con due o tre camere da letto, vicini a scuole, attività commerciali e ben collegati, per i quali la richiesta di affitto è in aumento. La redditività, conferma Bravo, si situa attorno al 3-4% potendo arrivare anche al 5 per cento.

Barcellona offre più o meno lo stesso quadro. Da Tecnocasa confermano il graduale aumento dei prezzi (fino a un 8,2% in un anno) e la richiesta di affitti per appartamenti in centro con pari prospettiva di redditività. I quartieri vip sono: Gracia, Eixample, Les Corts, il Barrio Gotico con El Borne, Barceloneta (sul mare) e Sarria (il più chic e molto richiesto dagli espatriati italiani). In queste zone i prezzi si aggirano attorno ai 3mila euro al mq, con l’eccezione di Sarria, Les Corts e Barceloneta, dove il prezzo medio non scende al di sotto dei 4mila euro al metro.

Nel capoluogo catalano due quartieri sono da tenere d’occhio: Sant’Antoni (soprattutto l’aria attorno all’antico mercato in ristrutturazione) e Poble Sec (offre interessanti occasioni d’investimento, un’ottima posizione ma una qualità degli edifici medio-bassa). È qui che si sta spostando la movida festaiola e artistica di Barcellona. La media dei prezzi e pari a 3mila euro al metro per il primo e 2.775 euro per il secondo.

Questo impulso alla vendita dovrebbe continuare nei prossimi due anni anche se gli esperti escludono il ritorno della domanda degli anni del boom.

Fonte: ilsole24oreSpagna_intro

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Scegliere la casa giusta di nuova costruzione

nuove-costruzioni

Nelle nostre città sorgono sempre più case di nuova costruzione, cantieri in apertura sono sempre di più e vanno sempre a rimpiazzare cantieri appena conclusi.
Quindi la “mission” casa nuova sembra banale, ma in un settore competitivo come quello immobiliare bisogna affidarsi, non solo all’istinto, ma anche ad esperti di settore che da anni operano nelle nuove costruzioni.

I punti da valutare nelle nuove costruzioni

Quando si va a vedere un casa di nuova costruzione, comunque questa è una regola generale, conviene andare la mattina con il sole alto in cielo, questo per essere sicuri che la casa sia davvero luminosa.
Allora elenchiamo i punti a favore di una casa di nuova costruzione:

  • luminosità degli ambienti
  • aree verdi nelle circostanze
  • negozi, palestre, scuole e supermercati anch’essi nelle vicinanze
  • classe energetica della casa
  • qualità delle rifiniture

Io devo dire che questi fattori li ho trovati nelle nuove costruzioni a Roma di Progedil 90, le loro case in vendita sono davvero ben costruite e pensate. Tutto è dove deve essere e tutto è come deve essere!

Pubblicato in immobiliare | Lascia un commento

Monolocale a Roma di nuova costruzione

I monolocale a Roma di nuova costruzione sono ad oggi la tipologia di casa più venduta per varie ragioni, ed oggi le analizziamo insieme per capire quando conviene acquistare questa tipologia di casa a Roma.

I monolocale Roma sono comprati dal 45% da single, per il 23% da over 65 e per il resto da giovani coppie senza figli. Solo 4% sono famiglie con un figlio!
Quindi abbiamo individuato le fasce di persone che acquistano i monolocale a Roma!

Inoltre i monolocale a Roma di nuova costruzione hanno il plus che di trovarsi in palazzine fresche fresche che aggiungono all’immobile un valore aggiunto, e poi tutti monolocale a Roma di nuova costruzione hanno classi energetiche abbastanza alte e questo è un dettaglio da tenere sicuramente in considerazione!

Pubblicato in immobiliare | Lascia un commento

Vendita case a Roma

La vendita di case a Roma è un mercato in continua evoluzione che, nonostante il periodo economico difficile, ancora riesce ad essere tra le eccellenze. Eccellenza nel senso che porta moltissimi posti di lavoro e soprattutto il mercato Romano è tra i migliori, come andamento positivo, in Italia. Infatti la vendita di case a Roma ha subito solo una piccola onda negativa, ma si è subito stabilizzata, ottenendo, in alcuni periodi, dei miglioramenti.
Naturalmente scegliere di acquistare casa in questo momento storico è sicuramente molto favorevole in quanto il prezzo al metro quadro si è abbassato.
Questo, anche in ottica investimento, potrebbe essere perfetto in quanto il valore è destinato sicuramente a salire. In caso tu sia alla ricerca di un immobile ti consigliamo la vendita case a Roma di Progedil 90. Questo è un mio personale consiglio in quanto, ricordo quando cercavo casa, mi hanno trattato benissimo ed ho sempre avuto davanti persone di grande professionalità!

Pubblicato in vendita case | Lascia un commento

Case a roma

Le case a Roma sono ad oggi un’ottima possibilità di guadagno, anche in prospettiva. Infatti abbiamo, dopo anni di “esperimenti”, potuto costatare che acquistando una buona casa, magari in centro o in zone limitrofe, si poteva creare una rendita.
Questo perchè in una città come Roma, ricca di attrazioni turistiche e di possibilità di business, le possibilità di affittare un alloggio sono altissime.

Alcuni dati statistici dimostrano che sono in forte crescita il numero di casa vacanze e di case business. Questo spinge gli investitori ad acquistare sempre nuove case a Roma.

Progedil 90 è sicuramente la scelta migliore per chi voglia acquistare una casa a Roma, in quanto le loro offerte coprono moltissime zone ed offrono anche case Roma di nuova costruzione.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento